Diciassette – Parte Due

Oops, oggi è 18. Pazienza!
 
Ieri non ho avuto modo di aggiornare il blog, tante le cose che mi hanno tenuto occupato.
 
Si comincia di buon mattino, dopo l’alzabandiera, a prendere il vespone dopo un secchio di cemento vuoto.
La mattinata prosegue in modo emozionante prendendo un gelato al limòn al nettuno e scappando dal monsone finto.
Le parole di ieri mattina non le scorderò tanto facilmente, almeno per un po’. E neanche la mia interlocutrice.
Manco a farlo apposta, mi ha fatto ricordare di alcune cose che ho provato direttamente sulla mia pelle e che sono riassunte in questa massima di Georges Courteline che ho letto qualche giorno fa:
 
"E’ duro, senza dubbio, non essere più amati quando si ama; ma niente in confronto a essere ancora amati quando non si ama più".
 
E’ proprio vero che la verità fa più male di una bugia.
Sulla via di casa spuntano vecchi amici e nuove scommesse che anestetizzano il triste pensiero montante.
Una volta a casa rispunta il sole africano, ma per fortuna c’è insalata di riso!
Sarebbe quasi ora di studiare, se il boss non volesse perdere un po’ di tempo con la capote abbassata a fare due chiacchiere.
Senza di me si sente solo! Tenerone!!
Al ritorno la relazione si merita una mezz’ora di impegno fino a che l’insalata di riso non mi reclama prima del fischio d’inizio.
Italia, la notte perfetta, titolano i giornali di oggi. Azzurri, disfate le valigie: si resta a Vienna.
I tubetti ai frutti di mare conciliano il sonno, non lo sapevate?
L’unica soluzione è una bella corsa in vespa al centro per vedere 5 persone.
Alla fine, stremato da cotanto impegno, vado a dormire.
Buonanotte.
Advertisements

Reply (with taste) here:

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s